Sport, arte, cultura e televisione nell’edizione 2010, in programma dal 2 al 4 settembre

Settembre Italiano è giunto alla sua IV edizione e continua a portare per le strade di Parma personaggi di spicco di arte, televisione, cultura, giornalismo e sport.

L’edizione 2010 della rassegna voluta dall’assessore alla Cultura del Comune di Parma Luca Sommi si articola in tre serate, da giovedì 2 a sabato 4 settembre e sarà ospitata da via Farini e Piazza Garibaldi (in caso di maltempo, gli incontri avranno luogo al Ridotto del Teatro Regio).

Tra gli altri segnaliamo la presenza di Gian Antonio Stella del Corriere della Sera, Maurizio Costanzo e Alessio Vinci conduttore della trasmissione Matrix. Presente anche Platinette, al secolo Mauro Coruzzi, che torna nella sua città senza travestimenti.

Molta televisione nel calendario di quest’edizione, come conferma anche Luca Sommi, assessore alla Cultura del Comune di Parma che dice “Settembre italiano è ormai diventato parte del costume del nostro Paese e, siccome il costume da noi è fatto soprattutto dalla televisione, abbiamo voluto per i nostri incontri alcuni personaggi di spicco del piccolo schermo”.

Questo il calendario completo degli incontri

Giovedì 2 settembre
ore 18,30
Via Farini
Alberto Michelotti – arbitro
“Arbitro per una vita”

ore 20,30
Piazza Garibaldi
Giorgio Gori – produttore
“La Tv del futuro ”

ore 22,30
Piazza Garibaldi
Gian Antonio Stella – giornalista del Corriere della Sera
“Il  viaggio più lungo”

Venerdì 3 settembre
ore 18,30
Via Farini
Maurizio Milani – comico
“Innamorato fisso”

ore 20,30
Piazza Garibaldi
Alessio Vinci – giornalista, conduttore di Matrix
“L’informazione globale”

ore 22,30
Piazza Garibaldi
Franco Maria Ricci – editore
“Il sogno del labirinto”

Sabato 4 settembre
ore 18,30
Via Farini
Barbara Alberti – giornalista e scrittrice
“Riprendetevi la faccia”

ore 20,30
Piazza Garibaldi
Maurizio Costanzo – giornalista, conduttore e autore televisivo e radiofonico
“Lo stato delle cose”

ore 22,30
Piazza Garibaldi
Mauro Coruzzi – Platinette
“Senza trucco”